Sign EG
Banner

Il pittore e disegnatore tedesco EGGERT GUSTAVS (1909 - 1996) è tra i più significativi rappresentanti del gruppo di artisti dal Hiddensee. L’isola Hiddensee, situata nel Mar Baltico e qualificata in numerose occasioni, come "l'isola dei pittori e dei poeti", fu la sua casa. Sin da gli anni '20 numerosi artisti e personalità furono attratti da questa isola.  Il giovane Gustavs incontrò molti di loro personalmente.
 
Pittori come Willi Jaeckel e Elisabeth Biichsel o attori e attrici famose, come Elsa Wagner, Asta Nielsen, Joachim Otto e Ringelnatz Gebühr hanno trascorso del tempo al Hiddensee. Lì, insieme ad altri artisti frequentavano la casa dei genitori di Gustavs, il pastore della chiesa e laureato in Assiriologia, Arnold Gustavs e la sua moglie Helene. Questi ospiti illustri hanno dato un tocco di classe alla vita estiva dell'isola, cosa che ha colpito e motivato l'adolescente Gustavs, come l'amicizia del padre con il grande scrittore tedesco e premio Nobel, Gerhart Hauptmann. Gustavs crebbe insieme ai suoi tre fratelli in un ambiente cosmopolita ed aperto sia alle arti che alla scienza.

Il sogno di diventare un architetto lo condusse ad Hamburgo, dove frequentò la Landeskunstschule (Scuola Superiore di Belle Arti), in cui, tuttavia, ben presto si sentì limitato stilisticamente, temendo di non essere in grado di dare uno stile unico alle sue opere. Inoltre, la pittura e il disegno attirarono sempre di più il suo interesse. Nella Bauhaus a Berlino Gustavs incontrò Wassily Kandinsky, le cui lezioni magistrali e rapporti con i rappresentanti piu notevoli dell’Avantguarde di tutto il mondo, lo affascinarono. Kandinsky fu l'unico artista del suo tempo che Gustavs riconobbe come modello da seguire. Dopo la chiusura della Bauhaus, Gustavs finalmente decise di seguire la sua carriera da solista come un artista autodidatta e freelance.

Anche se la sua vita fu segnata da numerose malattie, egli raggiunse l'età di 86 anni grazie ad una disciplina di ferro e uno stile di vita austero. In diverse occasioni egli riuscì a sopravvivere grazie a dei veri e propri colpi di fortuna. Ciò fu il caso, ad esempio nel 1945, egli salvò la sua vita in mezzo al fuoco delle granate grazie ad alcune foto di famiglia che portava nella valigetta nel petto che fermarono la mitraglia.

Eggert Gustavs, da buon isolano, fu un pittore dal Hiddensee nel vero e proprio senso della parola. Il suo amore per la patria ha sempre permeato il suo lavoro. Nessuno è mai riuscito a catturare l'isola con la sua aspra bellezza e la sua dolcezza nascosta, in un modo cosí magistrale ed espressivo, con una tale varietà di motivi e ambienti e utilizzando una varietà di tecniche simili.
 
Anche se gli acquerelli e le opere xilografiche rappresentarono i suoi più importanti mezzi di espressione, e in questo campo si possono citare l'ampia gamma di tecniche usate, dalla più delicata degli acquerelli, alla stampa fino alle opere xilografiche o le incisioni su linoleum,  pulita e di alta forza espressiva, la versatilità di questo artista si è sempre dimostrata essere sorprendente. Eggert Gustavs ha sempre creato opere inconfondibili, sia nel caso del disegno con pennello o a penna, ad olio, pastello, matita, incisione su vetro o legno. Soprattutto nei ritratti e nelle caricature si riflette il suo tentativo di catturare quello che c’era di tipico utilizzando i mezzi artistici a sua disposizione. Gustavs era affascinato, così egli esprimette con parole proprie, "dal volto del paesaggio" e "dal paesaggio del volto".
 
Nel corso dei decenni migliaria di persone hanno visitato la mostra permanente nello studio dell'artista nella HAUS GUSTAVS (Casa Gustavs) a Hiddensee e vedendo le opere esposte e nel bel mezzo di animate discussioni, non solo sull’arte, sugli artisti o sull'isola, il tempo sembrava sempre fermarsi. Eggert Gustavs fu sempre un conversatore carismatico, aperto e tollerante, interessato e interessante per gli ospiti. Ha conquistato i più variati aspetti della vita, del mondo e dell'esistenza, e anche della  parola e del linguaggio. Basandosi sul suo buon umore e sulla sua esperienze di vita egli compose molte poesie, favole, aforismi e giochi di parole.
 
Per molti anni, Eggert Gustavs suddivise il suo lavoro tra la residenza del Hiddensee, dove trascorreva le estati e Neuruppin (Stato di Brandeburgo), dove viveva il resto dell'anno con la moglie, la ballerina e insegnante di danza, Irene Tourneau Gustavs, ed i loro sei figli. Qui egli catturò in numerosi quadri la pace e la serenità della campagna, i laghi e le foreste di questa regione, chiamata "la Svizzera del Ruppin" e che Theodor Fontane ha descritto nel suo “Durch die Mark Brandenburg Wanderungen” (“Passeggiate attraverso le zone del Brandeburgo). Gustavs trovò altre fonti di ispirazione per il suo lavoro nelle Alpi dell'Alto Adige, in Francia e nei monti di Harz, ma soprattutto nella sua amata isola di Hiddensee.

Nello studio di casa sua, situata sulle sponde del Lago di Neuruppin, l'artista iniziò a dipingere nuove opere, a incidere su linoleum e su legno e a produrre manualmente centinaia di cartoline con vedute differenti dai suoi dipinti. La vendita di migliaia di queste cartoline promosse la popolarità di Gustavs. La sua carriera artistica fu stata segnata da una perseveranza enorme, una grande fantasia ed una creatività inesauribili, accoppiate ad un alto grado di auto-critica verso il suo lavoro.
 
Nel 1994 Eggert Gustavs donò una parte significativa del suo lavoro al museo del Hiddensee. Nel 1996 l'artista si spense. Non lontano dal suo luogo di nascita nel villaggio di Kloster in Hiddensee Eggert Gustavs ha trovato posto per il suo ultimo riposo sotto ad una lastra di pietra incisa da lui stesso.

Per celebrare il centenario dalla sua nascita il suo lavoro è stato onorato con la pubblicazione del libro Eggert Gustavs - Leben und Werk eines Hiddenseer Künstlers (Eggert Gustavs, vita e opera di un artista dal Hiddensee). In tale occasione, durante due grandi mostre al Museo di Neuruppin e al Museo Regionale de l’Isola dal Hiddensee nel 2009 sono stati esposti circa di 150 lavori dell'artista.
 
La mostra dedicata a Eggert Gustavs che si terrà dal 17 giugno al 18 luglio 2010 a Barcellona, metropoli spagnola dell’arte, è ancora una volta un omaggio al lavoro di questo importante pittore e disegnatore. Dopo aver visitato una mostra di Gustavs in Germania, il presidente del Real Circolo Artistico di Barcellona, il Professore Felix Bentz, ha invitato la Eggert Gustavs Gesellschaft e. V. (Società Eggert Gustavs) a voler fornire un campione delle opere più rappresentative dell'artista nella sede del Real Circolo Artistico. Il Presidente Onorario di questa entità, fondata nel 1881, è il Re di Spagna Juan Carlos I.

 

EG_1976

EGGERT GUSTAVS (1909 - 1996) Pittore e grafico

indietro

indietro

[Italiano]